Seleziona una pagina

Predisposizioni per la ripartenza dopo il COVID-19

Ai componenti dell’Associazione Banda musicale “D. Alaleona”


MISURE DI SICUREZZA ANTI CONTAGIO COVID-19
Da “PROTOCOLLO e CONSIGLI per Bande Musicali, AMBIMA Regione Friuli Venezia Giulia, giugno 2020”
Sulla base delle attuali conoscenze e valutazioni scientifiche e dell’esperienza di musicisti, esperti di strumenti ed esperti in sicurezza abbiamo sviluppato raccomandazioni per l’igiene generale e le misure comportamentali, per la formazione bandistica e per gli aspetti specifici dello strumento che consentono di riprendere l’attività delle Bande. Le raccomandazioni speciali si concentrano in particolare sui gruppi di musicisti di strumenti a fiato e ottoni poiché la produzione dell’“effetto droplet” 1 (aerosol) e la formazione di goccioline sono associate al modo di suonare di questi strumenti e si deve tener conto di un rischio potenzialmente maggiore di trasmissione del COVID19 rispetto ai normali contatti sociali.
ACCESSO AI LOCALI
Fuori dall’edificio della scuola di musica ed all’interno della stessa, nei locali delle lezioni e nei pressi dei servizi igienici si dispongano distributori gel idroalcolico e cartelli indicatori delle norme Anti Contagio COVID19; è possibile misurare la temperatura corporea all’insegnante e quella degli allievi con termometro scanner ed in caso di temperatura superiore a 37,5 gradi centigradi impedire l’accesso ai locali della scuola – la temperatura non deve essere registrata. Farsi rilasciare autodichiarazione, anche a firma dei genitori in caso di allievo minorenne, che consideri anche la presa visione delle linee guida di comportamento all’interno dell’Associazione e del protocollo di attuazione delle misure di prevenzione e sanificazione degli ambienti ai fini del contenimento del contagio da COVID-19. Deve essere tenuto un registro, in qualsiasi forma, delle presenze di tutti coloro che accedono ai locali o partecipano alle attività dell’associazione, al fine di risalire facilmente ai contatti interpersonali in caso di persone che risultino contagiate. Il registro va mantenuto almeno per 14 giorni e messo a disposizione dell’autorità sanitaria in caso di necessità.
ACCOMPAGNATORI
Eventuali accompagnatori e/o genitori non devono essere ammessi ai locali dell’associazione, qualora per esigenze particolari questo non fosse possibile gli accompagnatori/genitori devono osservare le presenti linee guida ed attestare la presa visione delle linee guida di comportamento all’interno dell’Associazione e del protocollo di attuazione delle misure di prevenzione e sanificazione degli ambienti ai fini del contenimento del contagio da COVID-19.
DISTANZIAMENTO SOCIALE
Le persone devono mantenere una distanza fisica di almeno 1 metro nei rapporti generali tra loro, indossando la mascherina se questa distanza viene meno. L’arrivo e l’uscita nelle e dalle aree di prova/lezione devono essere contingentate ad 1 metro, per evitare l’affollamento in ingressi stretti.
LEZIONI
In caso di lezioni teoriche le persone presenti nell’aula devono tenere sempre le mascherine qualora la distanza interpersonale scenda sotto 1 metro.
Durante le lezioni di strumento per evitare la contaminazione con lo strumentista vicino è necessario mantenere una distanza di 1,50 metro tra allievo e insegnante, eventuale distanza inferiore solo ricorrendo a barriere fisiche; l’insegnante indossa sempre la mascherina; sono vietati i contatti fisici e nel caso si necessiti di un intervento manuale dovuto ad una esigenza di insegnamento il docente prima e dopo il contatto deve provvedere immediatamente a lavarsi le mani con soluzione idroalcolica. Durante le lezioni, gli allievi percussionisti, che non utilizzano strumenti a fiato devono utilizzare le mascherine. Se vengono utilizzate mascherine monouso queste, devono essere portate via dall’indossatore e devono essere smaltite correttamente. Uno scambio di oggetti o parti di strumenti deve essere evitato; se ciò non fosse possibile mettere a disposizione uno o più punti di soluzione idroalcolica presso la sezione percussioni, che verrà utilizzata per lavarsi le mani ogniqualvolta ci sia un cambio di accessori. I
musicisti/percussionisti prima e dopo l’utilizzo di accessori soggetti a scambio si devono lavare le mani con la soluzione.
PROTEZIONE NASO BOCCA
Nelle sale chiuse fuori dalla sala prove e/o da concerto, ad es. toilette, corridoi, stanzino, ecc., indossare una mascherina e mantenere la distanza minima di 1 metro.
PULIZIA E SANIFICAZIONE
Dopo essere entrati negli ambienti dell’associazione e/o nelle aule, le mani devono essere lavate accuratamente con sapone o con soluzione idroalcolica, in tutte le aule e/o sale vanno messe a disposizione le soluzioni idroalcoliche.
Pulizia degli strumenti promiscui gli accessori delle percussioni dopo ogni utilizzo al termine della prova vanno sanificati con soluzione idroalcolica.
La pulizia/sanificazione generale viene svolta dal personale identificato dall’associazione, adeguatamente informato e responsabilizzato, tale operazione trova riscontro con ora e indicazione delle operazioni svolte in un registro appositamente redatto. Il registro può essere cartaceo o digitale. Dopo ogni lezione si deve sanificare sedia-maniglie locali-interruttori e varie parti toccate da allievo e/o maestro anche dopo ogni cambio allievo, con soluzione idroalcolica. La sanificazione si può fare solo dopo aver pulito dallo sporco le superfici, poi si “sanifica” con soluzione al cloro o idroalcolica con alcol denaturato e acqua in proporzioni suggerite dall’OMS; I servizi igienici devono essere sanificati con presidi medico chirurgici disinfettanti (sedile tazza, e coperchio tazza, pulsante sciacquone, scovolino tazza) dopo ogni utilizzo. I pavimenti devono essere sanificati con presidi medico chirurgici disinfettanti, anche al termine della giornata.
ARIA CONDIZIONATA/VENTILAZIONE
I sistemi per il condizionamento dell’aria e la ventilazione dei locali e dei palchi devono essere tenuti spenti. Le aule da utilizzare per le lezioni o prove devono avere la possibilità di essere arieggiate naturalmente ed in modo adeguato. In linea di massima aprire le finestre almeno 10 minuti ogni ora.
SMALTIMENTO
Il materiale da gettare con possibile rischio di contagio (mascherine monouso, guanti monouso, salviette monouso) devono essere smaltite correttamente. Prevedere quindi un raccoglitore, appositamente segnalato per il deposito del materiale da gettare. Il sacchetto all’interno del contenitore deve poi essere smaltito nell’indifferenziata avendo cura di chiudere, il sacchetto, utilizzando i lacci di chiusura e indossando i guanti monouso. I guanti utilizzati per la chiusura dei sacchetti devono essere raccolti nei nuovi sacchetti preparati per la raccolta indifferenziata. Al termine di tale operazione è necessario lavarsi le mani con cura.
DISPOSITIVI
Mascherina chirurgica o FFP2/FFP3 senza valvola o di comunità o autoprodotta almeno a doppio strato;
Soluzione idroalcolica (4 parti d’alcol non denaturato + 1 parte d’acqua preferibilmente bollita e raffreddata).
I presidi medico chirurgici disinfettanti devono avere n. registrazione, non devono essere autoprodotti.
RACCOMANDAZIONI SPECIFICHE Allievi con strumenti a fiato:
a) Gestione della condensa gocciolante o della saliva negli strumenti
È essenziale evitare il solito metodo di far gocciolare il liquido sul pavimento o scaricarlo. I liquidi devono essere raccolti in contenitore in plastica. Nel caso degli ottoni ogni musicista dovrà essere provvisto di una vaschetta per la raccolta della condensa, contenente liquido disinfettante;
b) La pulizia degli strumenti dopo la pratica strumentale deve, essere eseguita con salviette usa e getta, che vengono smaltite dopo l’uso, riportandole a casa, o con panni/salviette personali, lavabili, si consiglia il lavaggio con acqua ad almeno 70 gradi dopo l’uso. I tentativi di pulire la condensa dai fori degli strumenti soffiando violentemente durante le pause, le prove e le lezioni devono essere evitati; Dopo il contatto con il liquido durante la pulizia dello strumento, le mani devono essere lavate o disinfettate, con soluzione idroalcolica. I musicisti sono responsabili della pulizia/sanificazione dei propri strumenti;
c) Dopo una lezione/prova/concerto, le scrivanie e/o i banchi e le altre superfici di lavoro in prossimità degli strumenti a fiato devono essere puliti, come sopra specificato;
d) Se è necessaria la sostituzione o lo scambio di uno strumento tra uno strumentista ed un altro, lo strumento non deve essere utilizzato per 72 ore per garantire che lo strumento non sia più contaminato da virus.
e) Il maestro/direttore di solito parla e si rivolge, nella direzione, anche ai musicisti posizionati in fronte a lui, quindi nella situazione di prova e concerto, deve mantenere una distanza minima di 2 metri dai musicisti.
Percussioni:
a) L’utilizzo degli strumenti per l’esecuzione musicale dove essere preparato a livello organizzativo e personale, in via preventiva, in modo che gli strumenti possano essere utilizzati nel modo più stazionario possibile. Uno scambio di oggetti o parti di strumenti deve essere evitato; se ciò non fosse possibile mettere a disposizione uno o più punti di soluzione idroalcolica presso la sezione percussioni, che verrà utilizzata per lavarsi le mani ogniqualvolta ci sia un cambio di accessori. I
musicisti/percussionisti prima e dopo l’utilizzo di accessori soggetti a scambio si devono lavare le mani con la soluzione.
Questo non deve farci desistere dal ripartire, ma a ripartire in modo diverso. Non significa infatti che tutto rimarrà così, ma dobbiamo intenderlo come step per raggiungere la normalità e guardando al futuro positivamente.
La ripresa delle attività dal vivo, intese come uscite in movimento e/o concertistiche ci pone di fronte ad un limite, infatti sono permesse solo attività e spettacoli tenuti in modo statico. Per le attività in movimento, queste devono ancora essere considerate e valutate. Per l’esecuzione di spettacoli e attività in modo statico le Associate possono rifarsi alle linee guida delle prove anche se tenute all’aperto.
Come sempre siamo sicuri che tutti insieme potremo collaborare attivamente per uscire da questo critico momento e ripartire anche più forti di prima.
A presto!
Montegiorgio, lì 1 giugno 2021
Il Presidente

Scarica il PDF: